Durante lo sport può capitare che un sovraccarico o un errore di esecuzione procurino un infortunio, che provoca dolore e fastidio. Il corpo di solito guarisce da solo con il tempo, ma se il dolore si protrae per più di 10-14 giorni, o se è molto forte e intenso (nel senso che non si può camminare o la zona interessata è notevolmente gonfia), è il momento di farsi visitare da un medico. Nel frattempo, però, vi sono alcune cose che si possono fare per contribuire ad accelerare il recupero

1. Applica del ghiaccio

La maggior parte delle lesioni inizia con una forte infiammazione, per cui il ghiaccio messo subito sulla zona dolorante può aiutare moltissimo. Tieni una borsa del ghiaccio (o dei cubetti avvolti in un fazzoletto di stoffa) per non più di 20 minuti per volta, onde evitare danni alla pelle.

2. Alterna il caldo e il freddo

Se avverti dolore ancora dopo 2 o 3 giorni dall’infortunio, prova a passare dal ghiaccio a una borsa dell’acqua calda, in modo da aumentare il flusso di sangue verso la zona interessata, velocizzando la guarigione.

3. Fa’ stretching per prevenire gli infortuni

Una volta che il dolore non è più insopportabile, distendi delicatamente i muscoli e le articolazioni della zona colpita dall’infortunio. Fa’ stretching più volte al giorno: in questo modo ridurrai la rigidità e velocizzerai il recupero. Su Internet si trovano tantissimi esercizi di stretching dedicati ad ogni parte del corpo: basta accedere a Youtube per trovare utilissimi e video tutorial molto esplicativi.

4. Usa un nastro curativo

Il Nastro Kinesiologico (o Kinesio taping) può ridurre il gonfiore, e alleviare la pressione dei muscoli ipersollecitati, attenuando il dolore. Si tratta di un bendaggio con fasce colorate, ed è impiegato in moltissimi campi della fisioterapia. Il suo tessuto elastico è totalmente ipoallergenico, e può avere tre colori in base all’obiettivo che si vuole raggiungere con la cromoterapia: il nastro blu attenua l’infiammazione, mentre il nastro rosso combatte la contrattura e i crampi, e il beige allevia il mal di schiena. Non vi sono moltissime ricerche che ne attestano l’efficacia, tuttavia tentar non nuoce!

5. Allenati nel modo giusto

Un infortunio da esecuzione non deve significare una totale astinenza dall’attività fisica. Prova piuttosto a fare allenamenti a basso impatto, per mantenere la forma fisica mentre il corpo è in via di guarigione. L’ideale sono gli esercizi in acqua, o il nuoto: l’assenza di gravità alleggerisce il carico sulle articolazioni e riduce il rischio di eventuali infortuni.

Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy