UNA SOLUZIONE ECOLOGICA. Il surf è uno sport ecologico che non ha bisogno di carburante o di combustione ma solo dell’energia del mare e dei muscoli dell’uomo. Purtroppo però le tavole da surf sono fatte di schiuma poliuretanica proveniente dal petrolio e, per questo, non possono essere considerate sostenibili a livello ambientale. Un team di scienziati dell’Università di San Diego però ha trovato proprio nel mare la soluzione per risolvere questo problema, più precisamente nelle alghe. Grazie alla collaborazione tra gli studenti di biologia e chimica con l’azienda Arctic Foam è stato possibile effettuare uno studio approfondito dei materiali sostenibili che ha portato all’invenzione di una schiuma derivata dall’olio delle alghe modificato chimicamente. Questo materiale, ancora in fase di sperimentazione, un giorno potrebbe costituire il nucleo di tutte le tavole da surf eliminando per sempre la schiuma derivante dal petrolio.

GODERE DEL MARE RISPETTANDO L’AMBIENTE. Il progetto della tavola da surf eco friendly è nato soprattutto dalla volontà del professore di biologia e genetista delle alghe della UCSD Steven Mayfield, molto appassionato di questo sport, tanto da aver provato in prima persona il prototipo appena costruito a Ensenada in Messico. «In futuro pensiamo che la totalità delle tavole da surf saranno fatte in questo modo,» ha spiegato «e la fibra di vetro sarà originata da fonti rinnovabili, così come la resina all’esterno. Quest’invenzione dimostra che possiamo ancora godere del mare, ma farlo in modo sostenibile per l’ambiente».
Anche se la nuova schiuma è composta da alghe, il suo colore è bianco e indistinguibile dalla maggior parte delle tavole da surf a base di petrolio, perché l’olio di alghe, come gli oli di soia o di cartamo, è di colore chiaro. Secondo Mayfield il passo successivo sarà quello di sostituire anche una vetroresina rinnovabile, in modo che le tavole siano ecofriendly al 100%.

Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy