UN METODO RIVOLUZIONARIO. Il metodo System Of Rice Intensification fu introdotto in Madagascar negli anni ’80 da Henri de Laulanie, prete gesuita. A partire dagli anni ’90 la tecnica si è diffusa in India dove un agricoltore, Sumant Kumar ha visto il proprio raccolto di riso schizzare da 4 a 22 tonnellate per ettaro.

IN COSA CONSISTE IL METODO SRI? Le piantine di riso vengono innestate precocemente e singolarmente, non troppo in profondità e a un’ampia distanza l’una dall’altra. Il suolo deve essere mantenuto costantemente umido nella zona delle radici, e le piante vengono nutrite con del compost di letame animale, che favorisce la proliferazione e la diversificazione dei microrganismi. In questo modo le radici delle giovani piantine si sviluppano meglio in larghezza grazie a un terreno umido e ben areato, assorbendo più nutrienti. Il metodo SRI non viene utilizzato in alcuni paesi, fra i quali l’Italia, poiché il sistema legislativo ritiene insalubri i compost animali e ne vieta l’utilizzo.

Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy