Le domanda di batterie elettriche efficienti è in continua espansione. In tutto il mondo si sperimentano nuove soluzioni, nuovi materiali, nuovi sistemi di accumulo in grado di garantire più efficienza ai sistemi di accumulo. È necessario però sviluppare una filiera delle batterie elettriche responsabile, attenta ai progressi senza perdere di vista lo sfruttamento delle risorse. Per soddisfare la crescente domanda di mobilità elettrica e di stoccaggio dell’energia derivante da fonti rinnovabili, è necessario che le attuali batterie aumentino di dodici volte la loro capacità di accumulo. Si stima che entro il 2025 il mercato mondiale delle batterie elettriche avrà un valore di 100 miliardi di dollari. I costi però sono enormi, non solo da un punto di vista della produzione. Estrarre le materie prime necessarie per produrre le batterie ha un costo umano ed ambientale elevatissimo. Lavoro minorile, sfruttamento, danni ambientali, rischi per la salute per i minatori che devono estrarre cobalto, litio, grafite e nichel. Provate a chiedere a chi risiede nelle vicinanze del “Baogang Steel and Rare Earth complex”, il più grande complesso industriale al mondo per l’estrazione e la lavorazione delle terre rare, cosa pensa delle batterie.
Come se non bastasse c’è un grosso problema legato al riciclo delle attuali batterie. Entro il 2030 si prevede che 11 milioni di tonnellate di batterie agli ioni litio esauste verranno “cestinate”. Attualmente non esistono grandi infrastrutture industriali in grado di riciclare e riutilizzare questo tipo di accumulatori e, un inappropriato riciclo di batterie contenenti piombo e sostanza acide, metterebbe a rischio la salute di almeno un milione di persone in tutto il mondo.

batteria ioni litio

L’alleanza per la filiera delle batterie elettriche responsabile

Per far fronte a questi problemi, ormai noti, il World Economic Forum in occasione del vertice per lo sviluppo sostenibile svoltosi a New York lo scorso settembre ha lanciato la “Global Battery Alliance”. Un’alleanza nata per garantire una filiera delle batterie elettriche più responsabile in grado di soddisfare la domanda a livello mondiale prestando particolare attenzione alla salvaguardia dei lavoratori, all’inquinamento, al riciclaggio, al riutilizzo e all’innovazione green. L’alleanza riunisce imprese, governi, organizzazioni internazionali, ONG e tutti quegli stakeholder in grado di apportare un valore aggiunto a tutta la filiera delle batterie elettriche. Attualmente la coalizione comprende colossi del calibro di Volkswagen, Enel, BASF, Audi, Eurasian Resources Group (ERG), Organisation for Economic Co-operation and Development (OECD), United Nations Children’s Fund (UNICEF) e Stern School of Business, New York University. Tutti insieme questi soggetti (ma non sono gli unici) stanno sviluppando un piano di azione per creare una filiera che sia in grado di valorizzare le batterie nel loro ciclo di vita, alimentando lo sviluppo sostenibile nella quarta rivoluzione industriale.

Sviluppo responsabile, economia circolare e innovazione

L’alleanza globale per la filiera delle batterie elettriche agisce su tre aree d’intervento: approvvigionamento responsabile delle materie prime necessarie al funzionamento delle batterie; sviluppo di norme ed orientamenti a favore di un’economia circolare specifica per i sistemi di accumulo; esplorare nuove strade per sviluppare una filiera intelligente e innovativa che sappia sfruttare riciclo e riutilizzo delle batterie stesse. La Global Battery Alliance è supportata da tre iniziative promosse dal World Economic Forum:

– Modellare il futuro del Progresso economico: è l’iniziativa del WEF che mira ad accelerare la collaborazione tra pubblico e privato verso economie più competitive soprattutto nelle regioni del mondo più sensibili.

– Modellare il futuro dell’Energia: è l’iniziativa dedicata alla transizione verso un sistema energetico sostenibile, conveniente, sicuro ed accessibile a tutti. Nonostante l’energia sia la linfa vitale dell’attività economica e umana circa 1,3 miliardi di persone non hanno accesso all’energia moderna a prezzi accessibili, impedendo lo sviluppo e la crescita di queste aree del mondo. L’energia però contribuisce ai due terzi delle emissioni globali di gas serra ed è, fondamentale approcciare un nuovo modello energetico basato su uno sviluppo tecnologico più pulito.

– Modellare il futuro dell’ambiente e della sicurezza delle risorse naturali: è l’iniziativa che riunisce esperti e professionisti mondiali in campo ambientale. Il suo scopo è quello di migliorare l’efficacia della risposta della comunità internazionale alle sfide ambientali dei nostri tempi. Supporta l’agenda internazionale nella definizione delle azioni per contrastare i cambiamenti climatici, individua le strategie necessarie a migliorare la salute degli oceani, sviluppa l’economia circolare e cerca di capire come l’innovazione può guidare la quarta rivoluzione industriale ed affrontare le questioni ambientali.

batterie

La speranza è che la Global Battery Alliance possa affrontare questa sfida con il giusto piglio e garantire all’intera filiera delle batterie elettriche l’attenzione che merita da un punto di vista dello sviluppo sostenibile. I sistemi di accumulo sono il futuro, il loro sviluppo è fondamentale ma, non possono crescere senza preoccuparsi degli impatti sull’ambiente e sulle risorse naturali.

Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy