La startup Francese EP Tender ha sviluppato un serbatoio dello storage elettrico che aiuterà i veicoli alimentati a corrente ad affrontare lunghe distanze con facilità e senza rischi di restare senza energia. Il generatore si presenta sotto forma di un rimorchio, qualcosa di molto simile al carrellino che fino a metà anni 90 ogni tanto vedevamo in qualche assolata giornata d’agosto in autostrada trasportare tutto il necessario per le vacanze.  Questi supporti sono disponibili tramite un sistema di noleggio e consentono al guidatore di viaggiare più a lungo e senza preoccupazioni.

Una goccia nell’oceano

Sebbene siano in aumento, il numero delle auto elettriche attualmente rappresenta ancora, soltanto lo 0,15% delle automobili sulle strade in tutto il mondo. In alcuni paesi europei, tuttavia, le cose sembrano iniziare ad andare un po’ diversamente e a fianco della pionieristica Norvegia, che ospita la capitale di veicolo elettrico del mondo, qualcosa inizia a muoversi anche in Francia. Ma quando si tratta di acquistare un veicolo elettrico e no di usare un servizio di car sharing, molti consumatori nutrono forti dubbi sull’autonomia e sul limitato raggio di azione di questi veicoli.

storage elettrico

Storage elettrico a noleggio

È qui che scende in campo con la sua idea innovativa la startup EP Tender, come ci racconta la rivista online reset.org. I suoi ricercatori hanno infatti sviluppato un rimorchio – storage elettrico che dovrebbe consentire alle vetture di coprire fino a 500 chilometri. Considerato il basso numero di auto elettriche ancora per ora in circolazione è ipotizzabile che siano poche le persone che necessitano di fare questi lunghi viaggio e dunque la startup sta pensando a un sistema di noleggio. Secondo un sondaggio fatto dalla società, la maggior parte dei viaggi in auto sono “copribili” da una macchina elettrica, senza alcuna necessità di ricaricare lungo la strada – il che significa che per l’utente medio questo rimorchio – strage elettrico sarà utilizzato solo molto raramente.

Una rete capillare di noleggio

È qui che entra in gioco il sistema di noleggio, “Tender’Lib”: l’avvio prevede di rendere i rimorchi  disponibili per il noleggio in tutta la Francia, in qualsiasi momento del giorno o della notte, attraverso una rete di noleggio on-demand che coinvolgerebbe oltre 400 stazioni di ricarica e tutto ciò che serve è un gancio di traino sul retro della auto, in modo da poter collegare il rimorchio al veicolo.

storage elettrico

Ma come funzionano questi generatori?

Attualmente l’energia elettrica per i rimorchi è prodotta da un motore a combustione interno e da un alternatore e richiede benzina. Detto in parole povere: non appena viene aggiunto il rimorchio, la macchina diventa un ibrido. La domanda a questo punto sorge spontanea: ha senso bruciare del combustibile fossile per generare la corrente elettrica per alimentare lo storage elettrico di queste automobili? E non si contraddicono in un certo senso le ragioni che stanno dietro l’acquisto di un auto elettrica?

storage elettrico
Un virtuoso specchio per le allodole

La startup spera di sviluppare ulteriormente la tecnologia in futuro, e alimentare il rimorchio in un’altra maniera o aggiungendo una batteria più grande. L’obiettivo è quello di accelerare il passaggio a tecnologie più sostenibili. Il rimorchio – storage elettrico sarebbe quindi una sorta di nobile specchietto per le allodole: io ti metto nelle condizioni di fare un viaggio lungo anche con una macchina elettrica (sapendo che non accadrà così frequentemente) e ti invoglio a compare un’auto che non inquina. A quel punto l’utilizzo di un motore per generare dell’energia supplementare avrebbe un impatto tutto sommato poco importante.

Il progetto è parzialmente finanziato da Horizon 2020, un programma di ricerca e innovazione dell’UE, ed è stato scelto per essere uno dei 18 finalisti presso Start Up Energy Transition Tech Festival. In Francia sta entrando nel mercato in questi mesi, mentre i test negli Stati Uniti, la Cina e l’Unione europea sono in fase di pianificazione.

Questo articolo è una traduzione di un articolo originale apparso su RESET.org.

Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy