API E BOMBI TOSSICODIPENDENTI. Le api e i bombi stanno diventando dipendenti dalla nicotina. Ma qui l’industria del tabacco non ha alcuna colpa: non ci sono infatti sigarette in questa strana e triste storia di dipendenza, ma solo pesticidi. Due studi realizzati dai ricercatori dell’Università di Newcastle e dal Trinity College di Dublino, entrambi pubblicati sulla rivista Nature, hanno confermato che sia le api che i bombi risultano attratti da alcuni pesticidi nicotinoidi, in quanto questi agiscono nel cervello degli insetti come fa la nicotina per i fumatori.

MEGLIO L’ACQUA CON LA NICOTINA. Quella delle api per il nettare impestato da pesticidi nicotinoidi è un’attrazione pericolosa, poiché questa dipendenza potrebbe portare delle conseguenze drammatiche sul benessere di questi fondamentali impollinatori. Il primo studio, firmato da Sébastien C. Kessler, ha dimostrato come le api siano effettivamente in grado di riconoscere e distinguere i tre fra i nicotinoidi più diffusi tra i pesticidi: il clothianidin, l’imidacloprid e il thiamethoxam. Per fare questo gli scienziati hanno messo a disposizione delle api affamate tre soluzioni di acqua e zucchero trattate con i pesticidi e una non tratta. Lo sconcertante risultato è stato che le api e i bombi preferivano l’acqua trattata con l’imidacloprid e con il thiamethoxam piuttosto che la pura e semplice acqua con zucchero.

PESTICIDI NICOTINOIDI AL BANDO. Il secondo studio non ha fatto che confermare la tesi della prima ricerca, evidenziando però che i campi trattati con pesticidi nicotinoidi sono molto meno frequentati dalle api selvatiche. È da sottolineare che i pesticidi presi in considerazione in questi studi sono attualmente oggetto di moratoria da parte dell’Unione Europea. Nonostante ciò, la restrizione al loro uso sarà riesaminata entro la fine dell’anno: si può però sperare che alla luce di questi due nuovi studi si eliminino quanto prima queste pericolose sostanze.

(Visited 133 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy