Molti sono i designer e gli architetti che in questi anni stanno progettando grattacieli sostenibili pensando a quella che potrebbe essere la città del futuro. In particolar modo l’attenzione è rivolta al fabbisogno energetico che le metropoli ad alta densità abitativa richiederanno. Alcuni credono che nei prossimi anni una strada ecologica possa essere quella di costruire dei grattacieli fatti di legno ma tutti comunque credono nell’utilizzo di materiali naturali, nell’impiego di pannelli solari, nel controllo della dispersione termica e nell’azzeramento di emissioni di CO2. Ecco qualche progetto di grattacieli del futuro non ancora realizzati ma che s’impegnano nel fare dell’architettura green il loro punto di forza.

VERNACULAR VERSATILITY. Sarà costruito negli Stati Uniti, ma il Vernacular Versatility è un’idea del architetto coreano che ha recuperato millenaria tecnica costruttiva del proprio paese per migliora l’ingresso della luce diurna in casa. Si chiama Hanok ed è una strategia bioclimatica che consiste nel curvare in un modo particolare la tettoia di ingresso e che ora verrà applicata ad un grattacielo.Il Vernacular Versatility (foto: evolo.us)

PROPAGATE SKYSCRAPER: CARBON DIOXIDE STRUCTURE. Sembra fantascienza ma uno studio canadese è riuscito a progettare un grattacielo che cresce da solo. Ciò avviene grazie ad una resina carbon-philic che riesce a trasformare il gas inquinante in una materia da costruzione solida. La crescita dipende dalle condizioni climatiche del luogo in cui si trova il grattacielo, mentre la forma è stabilita dalla griglia di base coperta dal materiale “mangia CO2”.

Il Propagate Skyscraper (foto: evolo.us)

OXYGEN ECO-TOWER. Questa torre che verrà realizzata a Jakarta, in Indonesia, s’ispira nella forma a un fiore, grazie una serie di terrazze curvilinee sfalsate che doneranno alle ville urbane di uno spazio verde. Tutti gli arredi e i materiali ecosostenibili saranno realizzati in Italia.

L'Oxygen Eco-Tower (foto: http://www.progettarearchitettura.it/)

HOHO. Si prepara ad essere il nuovo grattacielo più alto del mondo, realizzato per il 76% in legno e sarà costruito a Vienna. Grazie alle due torri di cui una più alta di 84 m, si eviterà la dispersione di 2.800 tonnellate di CO2 in atmosfera.

Il grattacielo HoHo di Vienna (foto: http://gfx.radiozet.pl/)

(Visited 497 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy