UN PARCO PER INCENTIVARE LO SVILUPPO ECOSOSTENIBILE. Nello stato del Piauí in Brasile è stato ufficialmente inaugurato il Parco Nazionale “Serra das Confusões” la cui realizzazione è stata cofinanziata da 5 regioni italiane, dal Ministero degli Affari esteri italiano, dalla Secretaria Geral da Presidência da Republica do Brasil, di cui la ong COSPE è soggetto esecutore. Si tratta di un’area di oltre 800.000 ettari di caatinga, la caratteristica “foresta bianca” tipica dell’ecosistema semi-arido brasiliano. Questa zona è stata messa in sicurezza e trasformata in un parco naturale protetto, grazie al programma Brasil Proximo “Valorizzazione turistica della regione della Serra das Confusões”. Il progetto del nuovo parco nazionale serve non solo a tutelare il particolare ecosistema locale, ma vuole essere anche un’opportunità di sviluppo economico sostenibile incentrato sul turismo e sulla valorizzazione dei prodotti locali. La nuova area protetta offre itinerari unici come le costellazioni rocciose monumentali sullo sfondo di una foresta ancora intatta.

LAVORO, TURISMO E FORMAZIONE. Nel Parco Nazionale “Serra das Confusões” è stato allestito un Centro Visite e alcuni punti di controllo dell’area. In esso sono state formate molte guide turistiche grazie anche al contributo della Regione Toscana che ha partecipato alla realizzazione del progetto. L’obiettivo era quello di rafforzare le conoscenze delle guide locali su temi come la legislazione e gestione ambientale, le caratteristiche socio-ambientali del territorio e le tecniche e le responsabilità insite nella professione di guida. Sono stati inoltre realizzati nuovi sentieri e itinerari, dando il via al piano di valorizzazione dell’area. Il Parco sarà gestito dalle autorità locali e federali, in primo luogo l’Istituto Chico Mendes de Conservacao da Biodiversidade e la Segreteria Generale della Presidenza della Repubblica.

(Visited 29 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy