RICICLO APERTO. Per fare in modo che la raccolta differenziata della carta non sia una buona azione circondata da un alone di mistero, anche quest’anno Comieco ha rinnovato l’appuntamento con ‘Riciclo aperto’, l’iniziativa attraverso la quale la filiera del riciclo di carta e cartone viene mostrata ai cittadini interessati. Il 15, 16 e il 17 aprile più di 90 impianti sul territorio nazionale hanno così accolto tutti quanti fossero curiosi di scoprire cosa succede ‘dopo il cassonetto’. Le strutture aperte sono state le più svariate: dalle cartiere ai musei, dalle piattaforme di selezione alle cartotecniche. Protagonisti dell’iniziativa Comieco sono stati soprattutto gli alunni delle scuole italiane, i quali hanno così potuto comprendere come il rifiuto si trasforma in risorsa.

ITALIA ECCELLENZA EUROPEA. L’iniziativa, promossa da Comieco con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, è giunta alla quindicesima edizione, e quest’anno coincide con il trentesimo anniversario dalla nascita del Consorzio Nazionale per il riciclo e recupero di imballaggi cellulosici. Come ha spiegato il presidente Ignazio Capuano, in questi tre decenni Comieco «ha operato insieme ai cittadini, alle istituzioni e all’industria per portare l’Italia sul podio europeo nel riciclo dei materiali». È infatti da sottolineare che oggi «la carta da macero rappresenta il 55% della materia prima usata dalle cartiere in Italia per le nuove produzioni». È poi molto importante ricordare che negli ultimi 15 anni Comieco è passata dal riciclo di 485 mila tonnellate di rifiuti al ben più ragguardevole record di 1,5 milioni di tonnellate, cifra che fa dell’Italia l’eccellenza europea per quanto riguarda il riciclo della carta.

(Visited 221 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy