Fare delle lunghe docce è uno dei piaceri a cui si fa fatica a rinunciare. Eppure sappiamo che questa pratica quotidiana comporta un ingente consumo idrico ed energetico: in media si utilizzano 10 litri di acqua al minuto e ben 3,6 kWh di energia. Come rispettare la nostra coscienza ambientale senza negarci un rituale di puro benessere?

Doccia ecologica per la sostenibilità domestica

Ci ha pensato una startup finlandese che ha sviluppato una soluzione davvero interessante per la sostenibilità domestica. Si tratta di una doccia speciale chiamata Showerloop che consente il riciclo e la purificazione dell’acqua utilizzata in tempo reale. Insomma, d’ora in poi potremmo non sentirci più in colpa ogni volta che ci tratteniamo qualche minuto in più sotto un getto di acqua calda.

Acqua riciclata e purificata in tempo reale

Come funziona Showerloop? Grazie a dei particolari filtri, costituiti da tessuto in microfibra, sabbia e carbone attivo, che trattengono i particolati, i solidi in sospensione e i composti organici ed inorganici, l’acqua viene completamente ripulita. In un secondo momento entrano in funzione i raggi ultravioletti che la sterilizzano, eliminando batteri e microrganismi dannosi. Chiaramente l’intero processo di sanificazione avviene all’interno di un piccolo serbatoio posto sulla testa della doccia, il che significa che l’acqua non finisce nello scarico ma viene raccolta in tempo reale con l’obiettivo di un nuovo utilizzo, dando vita a un circolo virtuoso che abbatte notevolmente gli sprechi.
Un video ne illustra il funzionamento.

Consumi idrici ridotti del 90%

Secondo le stime la doccia ideata dal designer scandinavo Jason Selvarajan consentirebbe di ridurre del 90% il consumo idrico e del 70-90% di quello energetico. Per un totale di circa 33 mila litri di acqua e 1mWh di energia all’anno per persona risparmiati.

Ipertecnologica e dotata di un sistema di controllo e monitoraggio

Oltre ad essere eco-friendly, Showerloop è anche ipertecnologica, in un’ottica di facilità di utilizzo e di miglioramento del comfort per l’utilizzatore. Grazie a un display LCD è possibile infatti impostare la temperatura dell’acqua in base alle esigenze, mantenendola costante durante la durata della doccia. Ogni volta che si preme il pulsante start il processo di riciclo e di purificazione si attiva in modo automatico e un sistema dotato di un micro-controllore e di sensori multipli consente di monitorare e regolare il dispositivo in alcune funzioni, fra cui quella della pulizia dei filtri e dell’intera diagnostica del sistema, in modo da rilevare eventuali guasti o malfunzionamenti.

Il kit costa 1500 euro

A guidare il giovane designer sembra essere stata veramente la volontà di offrire una soluzione efficace per la sostenibilità domestica. Di fatti il sistema è stato progettato open source e open hardware in modo da consentirne l’accessibilità a tutti i produttori interessati.


Il primo kit messo sul mercato ha attualmente un costo di circa 1500 euro ma la startup ha già annunciato di star lavorando per abbassarlo ulteriormente.

Non è l’unica soluzione per la sostenibilità domestica

Showerloop non è chiaramente la prima e unica soluzione pensata per ridurre i consumi idrici in doccia. Avevamo qualche tempo fa parlato di OaSense, un soffione doccia ‘smart’ che, grazie a dei sensori, blocca il flusso d’acqua ogni qual volta non viene identificata una presenza sotto il getto, con l’obiettivo di promuovere e di semplificare l’utilizzo del quantitativo di acqua effettivamente necessario, senza sprechi. Ma Showerloop compie diversi passi in avanti in un’ottica non solo di riduzione dei consumi ma anche di riuso di una risorsa importante come l’acqua.

(Visited 811 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy