BACCHE DI GOJI. La storia dell’uomo è piena di ricerche dell’elisir dell’eterna giovinezza, sostanza indefinita e protagonista di infinite narrazioni antiche. La ricerca di tale elisir, per quanto avventurosa, è però sempre risultata vana. Malgrado ciò, in natura esistono degli alimenti ai quali l’uomo attribuisce da sempre proprietà quasi magiche, in grado cioè di prolungare concretamente la giovinezza e la salute di chi se ne ciba. Tra i più famosi elisir di giovinezza figurano sicuramente le bacche di Goji, autoctone in Cina, in Tibet e in Mongolia. In realtà, nonostante si tenda ad unificarle in unico frutto, ne esistono di due specie: il Lycium barbarum e il Lycium chinense. La differenza, del resto, è minima. Entrambe le piante appartengono alla famiglia delle Solanaceae, all’interno della quale troviamo i ben più conosciuti pomodori, patate, melanzane, peperoncino, belladonna e tabacco.

ASPETTO E SAPORE. In Cina gli effetti benefici delle bacche di Goji sono conosciuti da secoli. L’Occidente, invece, ha imparato a utilizzarle solo in tempi recenti, sulla scia delle testimonianze orientali. A prima vista queste bacche possono sembrare una curiosa via di mezzo tra un pomodoro ciliegina ed un chicco d’uva, dal colore rossastro. Il sapore ricorda quello dei frutti di bosco, come il mirtillo o la fragola. Quello che più ci interessa però, lasciando da parte l’aspetto e il gusto, sono le proprietà benefiche.

PROPRIETÀ BENEFICHE. Prima di elencare i benefici sulla salute delle bacche di Goji, è bene ricordare che molti studi devono ancora essere confermati ed ampliati. Quel che è certo è che queste bacche sono ricche di vitamina A, importantissima molecola nella lotta all’invecchiamento, e di vitamina C, in quantità di molto maggiore a quella contenuta nelle arance. Questi piccoli frutti rossastri sono poi caratterizzati da un’alta presenza di antiossidanti naturali, i quali si rivelano particolarmente preziosi per combattere i radicali liberi, caratteristica questa che rende le bacche di Goji un buon alleato per la prevenzione delle mattie tumorali della pelle. Degli esperimenti condotti in Cina proverebbero poi che le bacche di Goji possono aumentare l’attività elettrica dell’ippocampo, diminuendo di conseguenza il rischio di ischemie. Le bacche sarebbero poi un toccasana per la salute degli occhi, grazie alla presenza della zeaxantina, sostanza che protegge le cellule della retina dalla degenerazione maculare. Questi elencati fino a qui sono tutti i benefici delle bacche di Goji studiati in laboratorio. Lasciando da parte i test clinici, se ci si rivolgesse direttamente alla vecchia saggezza popolare cinese, verremo a sapere anche che le bacche di Goji stimolano il metabolismo, conciliano il sonno, aiutano la memoria, rinforzano il sistema immunitario e, in casi estremi, si trasformano in un potente afrodisiaco. Insomma, siamo ancora alla ricerca dell’elisir dell’eterna giovinezza?

(Visited 52 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy