Cultura

Bicicletterario, Premio di poesia e narrativa a pedali

C’è tempo fino al 20 gennaio 2017 per partecipare alla terza edizione di Bicicletterario, Premio Letterario dedicato alla bicicletta

Coniuga due passioni, quella della letteratura e delle bicicletta, il Premio Letterario Bicicletterario – Parole in Bicicletta. Giunto alla sua terza edizione il concorso si rivolge a tutti coloro che vogliono cimentarsi nella scrittura di poesie o racconti brevi che abbiano come tema la bicicletta. Ideato nel 2014 dal Co.S.Mo.S. – Comitato Spontaneo Mobilità Sostenibile, un gruppo di attivisti e volontari di Minturno, un piccolo centro del sud-Lazio, il Concorso è nato con l’intenzione di contribuire a una sensibilizzazione nei confronti dei temi ambientali e in particolar modo di quello inerente la mobilità sostenibile.

Sensibilizzare sui temi della sostenibilità

“Riteniamo – affermano gli ideatori e organizzatori –  che la consapevolezza non potrà che condurre a riconsiderare ogni possibile sviluppo positivo secondo direttrici che prevedano la sostenibilità”.

Il connubio con la scrittura creativa appare quindi una potente spinta verso l’acquisizione di strumenti utili alla consapevolezza auspicata. La lettura, come elemento propedeutico alla scrittura, è base imprescindibile di una adeguata comprensione del testo, ovvio presupposto della valutazione critica delle informazioni che sempre più numerose e caotiche giungono al singolo da innumerevoli media.

Premio Bicicletterario, unico nel suo genere

Così è nato questo premio primo nel suo genere, tanto in Italia quanto nel mondo e che, in poco tempo, ha raccolto intorno a sé simpatie ed entusiasmo, anche da parte di illustri personaggi di rilievo nazionale, i quali a vario titolo hanno appoggiato l’iniziativa, anche e soprattutto entrando a far parte e di una giuria tanto eterogenea quanto qualificata in cui giornalisti, scrittori, blogger, direttori artistici, uomini di teatro e cicloamatori lavorano fianco a fianco alla valutazione delle opere.

Scadenza: 20 gennaio 2017

A iscrizione gratuita, il Concorso è rivolto a tutte le fasce di età, articolandosi in sezioni per bambini, ragazzi e adulti, tanto per componimenti in versi che per racconti brevi. Attraverso l’espressione letteraria, si vuole parlare di bicicletta, delle sue molteplici declinazioni, dei sentimenti che suscita, dei ricordi che evoca, del futuro che può aiutarci a costruire. Il termine ultimo per consegnare le opere è stato fissato al 20 gennaio 2017. Il bando completo è consultabile e scaricabile sul sito, dove sono inoltre disponibili tante informazioni aggiuntive e interessanti curiosità.

Anche quest’anno la Madrina del Premio sarà la poetessa Rossella Tempesta.
Emilio Rigatti, scrittore, cicloviaggiatore e insegnante, si conferma come Presidente Onorario della giuria composta da (in ordine alfabetico):
Alfonso Artone (scrittore, Ass. AQuadro)
Alessio Berti (educatore, autore e attore di teatro, L’Eroica)
Isabella Borghese (giornalista, scrittrice, blogger per Il Fatto Quotidiano)
Gisella Calabrese (linguista, editor, direttore artistico Visioni Corte Film Festival)
Massimo Gerardo Carrese (fantasiologo)
Pasquale Di Costanzo (medico, giornalista pubblicista, Cycling Magna Grecia)
Barbara Fiorio (scrittrice, docente di scrittura creativa)
Manuel Massimo (giornalista professionista, direttore Bikeitalia.it)
Marco Pastonesi (ex giocatore di Rugby, già giornalista per La Gazzetta dello Sport, Libri nel Giro)
Fernanda Pessolano (educatrice, Biblioteca della Bicicletta ‘Lucos Cozza’, Libri nel Giro)
Guido Rubino (giornalista e scrittore di ciclismo e biciclette, Ciclynside.it)
Luca Simeone (attivista per la ciclabilità urbana, direttore Napoli Bike Festival)
Vincenzo Scognamiglio (docente in storia e filosofia, curatore editoriale)
Vincenzo Sparagna (giornalista, direttore di Frigidaire)
Elena Stramentinoli (giornalista, reporter Presa Diretta RAI 3)

Perché partecipare

Perché partecipare? Le risposte le si possono trovare anche in questo video di presentazione al Premio.

Premiazione il 2-3 giugno 2017

La premiazione avverrà, come per le precedenti edizioni, con una festa dedicata alla bicicletta, tra letteratura, arte varia, fotografia, musica, artigianato e tante altre iniziative: l’appuntamento è fissato per il 2 e 3 giugno 2017, sulla costa laziale, a Scauri di Minturno (LT).

In quell’occasione verranno premiati anche i vincitori di Scattofisso – Premio Internazionale di Fotografia a tema ‘bicicletta e letteratura’, patrocinato dal FIOF – Fondo Internazionale per la Fotografia, e giunto alla sua seconda edizione.