I booster viso sono dei trattamenti cosmetici d’urto creati per risolvere specifiche criticità della pelle; in un concentrato mini si può trovare un benessere maxi.

Il booster viso è una soluzione cosmetica volta a risolvere specifici problemi estetici presenti. È un trattamento d’urto, il cui utilizzo può essere più o meno prolungato nel corso del tempo a seconda delle necessità; va sommarsi, e non a sostituirsi, agli altri cosmetici impiegati quotidianamente per la cura della pelle del viso.

Che cos’è il booster e a cosa serve

Il booster è una soluzione molto concentrata e di solito si presenta con una texture molto liquida. La parola booster trova le sue origini nella lingua inglese e, più precisamente, deriva dal verbo to boost che può essere tradotto come aumentare, amplificare, potenziare. L’azione svolta da questo prodotto è infatti volta ad amplificare gli effetti dei sieri e delle creme.

Il booster viso non può essere utilizzato in sostituzione di una crema o di un siero, ma va impiegato assieme a queste soluzioni perché solo in questo modo ne può potenziare e amplificare, appunto, i benefici. Per via di questa sua particolarità, il booster viene classificato come un cosmetico complementare. Mentre, infatti, il siero viene utilizzato ogni giorno e va picchiettato sul viso prima di stendere la crema idratante, il booster va usato solo per un periodo limitato di tempo, ossia quello necessario a risolvere un problema specifico, come la mancanza di luminosità o di idratazione o contro gli arrossamenti. Nella gamma Vichy Minéral 89 si trovano per esempio soluzioni mirate a correggere le imperfezioni del contorno occhi, grazie all’aggiunta di caffeina, o a dare una sferzata di idratazione, grazie all’aggiunta di acido ialuronico.

Come applicare il booster viso

Essendo una soluzione liquida che deve amplificare l’azione di sieri e creme, il booster viso va applicato dopo aver pulito a fondo il volto (con l’acqua micellare o con latte detergente e tonico viso). Una volta fatto assorbire bene il booster, si può poi procedere col siero e con la crema. Seguendo questa sequenza precisa di azioni, ci si assicura che tutti gli strati di prodotti si sovrappongono secondo l’ordine di gesti migliore per ottenere il massimo dei risultati.

In alternativa, si può anche mischiare il booster alla crema del viso e applicare un mix dei due prodotti in una sola passata. Questa seconda opzione è però dedicata solo a chi è di corsa e ha scelto un booster dal raggio d’azione più ampio; nel caso in cui si fosse invece scelto un booster dalla zona più specifica, come per il contorno occhi, per esempio, questo trucchetto non potrebbe essere messo in atto e bisognerebbe necessariamente separare gli step di applicazione secondo la sequenza vista prima.

Differenza tra booster e sieri

Per concludere, è meglio sfatare un dubbio che attanaglia la maggior parte delle donne. Come più volte ripetuto nel corso dell’articolo, sieri e booster sono due prodotti differenti. Benché la texture sia molto simile e può essere facile confondere questi due cosmetici, occorre specificare che i sieri servono a ridurre le rughe e a combattere i segni del tempo, vanno applicati ogni giorno e mostrano i risultati sperati solo se usati con la dovuta costanza; i booster viso, invece, sono trattamenti specifici atti a risolvere un particolare problema e la cui durata di impiego può essere più o meno lunga a seconda delle esigenze.

Si potrebbe, per esempio, decidere di utilizzare un booster soltanto durante i mesi invernali per combattere gli arrossamenti e la secchezza della pelle tipica del periodo più freddo dell’anno, oppure scegliere una soluzione a base di elastina se si sta affrontando un momento particolarmente difficile e stancante.

(Visited 294 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy