Stoccaggio

Cina: il cellulare si ricarica con le carezze

In un’università cinese è stato progettato Steg, un generatore di energia che può ricaricare un cellulare attraverso il contatto con le nostre dita

IL GENERATORE STEG. Arriva dalla Cina il dispositivo in grado di ricaricare il cellulare usando gli elettroni del corpo umano. Quante volte da bambini abbiamo strofinato delle semplici penne biro sui nostri maglioni di lana per vedere gli effetti dell’elettricità statica? Questo fenomeno viene chiamato effetto triboelettrico, e consiste nel trasferimento di cariche elettriche tra materiali diversi quando strofinati uno sull’altro. Lo Steg, il generatore progettato alla Peking University, sfrutta questo effetto per creare ed accumulare energia elettrica.

RICARICARE CELLULARI O EDIFICI. Negli ultimi esperimenti il team di ricercatori della Peking University ha affinato il generatore Steg, trasformandolo in uno strato di materiale trasparente da appoggiare su un cellulare touchscreen. Grazie a questo rivestimento il cellulare può essere ricaricato attraverso gli elettroni prodotti dal nostro corpo, che vengono ‘trasferiti’ dalla mano alla batteria del cellulare. La ricerca del team guidato da Bo Meng non si ferma però al settore della telefonia: l’obiettivo è di estendere la nuova tecnologia ad oggetti sempre più grandi. Alla Peking University affermano che «i modelli futuri potrebbero venire usati per ricaricare persino degli edifici».