Un’alternativa sana, buona e nutriente al classico lievito di birra è il lievito madre. Ecco una ricetta per poterlo fare in casa da soli.

PIÙ BUONO E SANO. Il lievito madre è un prodotto naturale che può essere fatto in casa con facilità. Si tratta di un impasto di acqua e farina, acidificato grazie all’azione di lieviti e batteri lattici che innescano la fermentazione. Per accelerare e facilitare questo processo l’impasto deve essere tenuto al caldo. Si possono poi aggiungere lieviti, batteri lattici esogeni, zuccheri, frutta come buccia di mela o frutta secca. È proprio la fermentazione diversa da quella del lievito di birra che rende il lievito madre più gustoso. Per questo motivo i prodotti da forno, dolci o salati, hanno sapori più intensi rispetto a quelli tradizionali. Inoltre è molto digeribile e ricco di nutrienti, visto che i minerali custoditi nella farina si liberano nell’impasto, permettendo al nostro organismo di assorbirli con una maggiore facilità. L’uso del lievito madre non solo elimina il senso di gonfiore che di solito si prova mangiando pane prodotto con lievito di birra, ma i fermenti della pasta acida in esso contenuti ostacolano lo sviluppo di microrganismi e funghi patogeni.

LA RICETTA. Per fare il lievito madre servono 200 gr di farina bio di tipo 0 semintegrale e integrale, e 100 ml di acqua tiepida. Mettiamo la farina in una terrina, aggiungendo l’acqua un po’ per volta fino ad ottenere un impasto molto morbido ma non troppo appiccicoso. Mettiamo l’impasto in un contenitore di vetro ben infarinato e incidiamone la superficie con un taglio a croce. Copriamo poi il contenitore con un panno umido e della pellicola trasparente. L’impasto va lasciato riposare per 48 ore in un luogo tiepido a circa 18°-25. Dopo due giorni l’impasto avrà cominciato a gonfiarsi un poco. A questo punto impastiamolo e preleviamo 200g, riponendo il resto in frigo. Aggiungiamo altri 200g di farina e 100 ml d’acqua e poi facciamo riposare l’impasto per altri 2 giorni. Questa procedura di “rinfresco” deve essere fatta per altre 2 settimane, finché la pasta madre raggiunge un volume 4 volte superiore e ha un profumo d’aceto.Il lievito madre in un vaso di vetro (foto: http://rossettoecioccolato.net/)

(Visited 274 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy