PERCHÉ È IMPORTANTE? L’acido folico o B9 è una vitamina idrosolubile essenziale alla sintesi del DNA, del’RNA e delle proteine. È indispensabile, quindi, per tutte quelle cellule che nel nostro organismo vanno incontro a processi di differenziazione e rapida proliferazione, come ad esempio le cellule del sangue e della pelle. Per questo motivo serve soprattutto alle donne durante la gravidanza, quando l’embrione si sta formando. Una carenza di acido folico provoca conseguenze gravissime e può portare all’anemia. C’è inoltre un maggiore rischio che si manifestino malformazioni fetali, come spina bifida, anencefalia ed encefalocele, oppure difetti congeniti cardiovascolari, malformazioni delle labbra e del palato, difetti del tratto urinario e riduzione degli arti.

GLI ALIMENTI CHE CONTENGONO ACIDO FOLICO. Per evitare l’insorgere di tutto queste patologie è consigliata la regolare assunzione di acido folico non solo per le donne incinte, visto che i suoi benefici sono essenziali per il buon funzionamento degli organi. Questa vitamina si trova in abbondanza in alcuni alimenti tra cui le verdure a foglia verde come spinaci, broccoli, asparagi, lattuga, ma anche nella frutta come arance, limoni, kiwi e fragole, o nei legumi, nei cereali, e nel fegato. Il processo di cottura però distrugge la grande maggioranza del folato presente nei cibi, quindi nel caso della verdura è preferibile ingerirla cruda. Anche le uova sono una buona fonte di vitamina B9, poiché una ne contiene ben 30 microgrammi. Oggi, in particolar modo negli Stati Uniti, per aumentare l’assunzione di acido folico, alcuni alimenti vengono “fortificati” con la sua aggiunta durante il processo produttivo, in particolar modo cereali da colazione, biscotti, fette biscottate e succhi di frutta.

(Visited 155 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy