La gastrite può essere definita come un’infiammazione e irritazione della mucosa gastrica, ossia il rivestimento dello stomaco. La gastrite può essere cronica o dare sintomi da attacco acuto, così come i suoi sintomi possono variare da persona a persona. Tra i segnali più comuni della presenza di una gastrite vi sono nausea, vomito, una sensazione di pesantezza sulla parte alta dello stomaco dopo aver mangiato, acidità di stomaco, dolori addominali, perdita di appetito, feci scure e gonfiore.

I motivi per cui si può soffrire di gastrite sono tanti, ma le quattro cause principali sono:

  • Un’infezione dello stomaco dal batterio Helicobacter pylori
  • Una carenza di vitamina B12
  • Un uso smodato di farmaci antidolorifici e anti-infiammatori
  • L’assunzione di cibi e bevande acide e piccanti

In genere, tra coloro che possono essere più soggetti alla gastrite, vi sono i bevitori abituali di alcol, gli anziani, le persone sieropositive o affette da malattie di Crohn, così come coloro che soffrono di infezioni parassitarie. Tuttavia, anche le infezioni virali o fungine, così come lo stress, possono essere fattori a rischio.

Rimedi naturali contro la gastrite

I casi di gastrite acuta scompaiono di solito entro pochi giorni, e vi si può porre rimedio con semplici trovate casalinghe, come quelle che vi proponiamo in questo articolo. Invece, se si soffre di gastrite cronica e si avverte molto disagio, è meglio consultare il proprio medico di fiducia.

Semi di carambola

I semi di carambola sono un antiacido naturale, e sono per questo utili nei casi di gastrite. Forniscono infatti sollievo da acidità e iperacidità della mucosa. I semi di carambola possono contrastare anche indigestione, nausea e gonfiore.

  • Mescolate 1 cucchiaino di semi di carambola e zenzero secco con un po’ di sale nero. Assumete un cucchiaino di questa miscela con un bicchiere di acqua tiepida 3 volte al giorno.
  • Un’altra opzione è quella di far bollire 2 tazze di acqua con 4 cucchiaini di semi di carambola, fino a quando l’acqua si dimezza. Filtrate il composto e bevetene ½ tazza due volte al giorno.

Usate uno dei due rimedi finché i sintomi della gastrite non scompaiono.

Zenzero

Zenzero

Lo zenzero può trattare efficacemente la gastrite, grazie alle sue proprietà anti-infiammatorie e antibatteriche. Può inoltre ridurre l’infiammazione gastrica, alleviando sintomi come mal di stomaco, gas intestinali, indigestione, nausea e gonfiore.

  • Aggiungete 1 cucchiaino di radice di zenzero fresco tritato ad una tazza di acqua bollente. Coprite e lasciate riposare per 10 minuti. Filtrate, aggiungete dello sciroppo d’acero per dolcificare e sorseggiate lentamente questo tè. Bevete 2 o 3 volte al giorno per una settimana circa.
  • In alternativa, mescolate ½ cucchiaio di questo tè allo zenzero con ½ cucchiaio di sciroppo d’acero, e assumetelo prima dei pasti, due volte al giorno, per una settimana.
  • Potete anche masticare un pezzetto di radice di zenzero fresco.

Nota bene: Lo zenzero può interferire con i farmaci anticoagulanti e con quelli contro la pressione alta.

Camomilla

Anche la camomilla può essere molto utile contro la gastrite, perché è ricca di composti benefici per l’apparato digerente. Ha un’azione lenitiva per le pareti intestinali, e fornisce sollievo da dolori improvvisi all’addome. Inoltre, può ridurre l’infiammazione dello stomaco, e quindi va a contrastare le ulcere.

  • Aggiungete 1 o 2 cucchiaini di fiori secchi di camomilla ad una tazza di acqua calda. Coprite e lasciate in infusione per 5 o 10 minuti. Filtrate e aggiungete un po’ di sciroppo d’acero per dolcificare. Bevete questo infuso più volte al giorno per una settimana.

Nota: Non mettete a bollire i fiori secchi, o verrebbero distrutti i suoi principi attivi!

Menta piperita

La menta piperita è ottima contro la gastrite, perché ha proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antispastiche. La sua azione lenitiva può ridurre l’infiammazione del rivestimento dello stomaco, e va a ridurre nausea, pesantezza e acidità di stomaco.

  • Potete masticare foglie di menta piperita fresca, o aggiungerle a zuppe, insalate e centrifugati.

Fragole

Le fragole agiscono contro la gastrite grazie alle loro proprietà antiossidanti e al loro alto contenuto di composti fenolici. Possono aiutare a prevenire l’inizio dell’infiammazione al rivestimento dello stomaco. In particolar modo, in uno studio del 2011, dei ricercatori europei hanno concluso che il consumo regolare di fragole riduce i danni che l’alcol provoca alla mucosa dello stomaco.

  • Aggiungete 1 cucchiaio di foglie essiccate di fragola ad una tazza di acqua calda. Lasciate in infusione per 5 minuti, poi filtrate. Bevete 2 o 3 volte al giorno, finché i sintomi della gastrite regrediscono.
  • Oppure, mangiate un paio di fragole al giorno.

Basilico rosso

Sembra che il basilico rosso sia molto efficace per il trattamento degli attacchi di gastrite acuta: le sue proprietà antinfiammatorie e antibatteriche aiutano a diminuire l’infiammazione dello stomaco, e a ridurre l’infezione da batterio H. pylori. Può contribuire inoltre a trattare i sintomi come il mal di stomaco, la nausea e il vomito.

  • Masticate lentamente 4-5 foglie di basilico rosso, una volta al giorno per un paio di settimane.
  • Preparate un tè al basilico rosso ponendo un cucchiaino di foglie in acqua calda per 5 minuti. Filtrate, dolcificate con succo d’acero e bevete per 3 volte al giorno, per un paio di settimane.

Semi di finocchio

Semi di finocchio

I semi di finocchio combattono la gastrite perché aiutano a rilassare i muscoli del tratto gastrointestinale. Grazie alle loro proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antispastiche, i semi di finocchio sono utili nell’alleviare i sintomi da indigestione, gonfiore, gas intestinali, bruciore di stomaco e vomito.

  • Aggiungete 1 cucchiaino di semi di finocchio ad una tazza di acqua calda. Coprite e lasciate in infusione per 10 minuti. Filtrate, dolcificate e bevete 3 volte al giorno per una settimana.
  • Oppure, masticate semi di finocchio dopo aver mangiato.

Liquirizia

Un rimedio ayurvedico popolare contro la gastrite è la liquirizia. Le sue proprietà antinfiammatorie alleviano il bruciore di stomaco e il senso di pesantezza. Inoltre, può proteggere il rivestimento interno dello stomaco da infezioni, oltre a ridurre il rischio di ulcere.

  • Aggiungete 1 cucchiaino di polvere di liquirizia ad una tazza di acqua calda. Coprite, lasciate in infusione per 10 minuti e filtrate. Bevete questo tè 2 o 3 volte al giorno per una settimana.

Patate

Un altro rimedio efficace per la gastrite è il succo di patata cruda, antiacida e alcalina contro gonfiori, crampi, gas in eccesso.

  • Preparate un succo di patata così: pelate 1-2 patate crude, e grattugiatele. Mettetele su di un colino e pestatele per estrarne il succo. Diluite ½ bicchiere di succo di patata con un po’ di acqua calda. Bevete 3 volte al giorno 30 minuti prima di ogni pasto per almeno 1-2 settimane.
(Visited 4.610 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy