Siamo prigionieri di una città che non è per niente ospitale con i soggetti più deboli. Penso a pedoni oppure ai ciclisti. Questa settimana e questi incontri ci ricordano qual è l’obiettivo che dobbiamo perseguire. È necessario ripensare l’intero sistema della mobilità. Capire le esigenze dei cittadini e ridisegnare la città.
Con queste parole il Sindaco di Roma Virginia Raggi ha inaugurato la Settimana Europea della mobilità sostenibile. Un evento all’interno del quale c’eravamo anche noi di Green.it per ascoltare la conferenza stampa di presentazione della nuova flotta di Car2Go, il servizio di car sharing più famoso in Italia.

nuova flotta di Car2Go

La nuova flotta di Car2Go, doppi posti e doppie macchine

Roma supera il grande traguardo dei 150.000 clienti Car2Go, che hanno guidato fino ad oggi oltre 20 milioni di chilometri utilizzando il servizio. Per celebrare questo successo, che arriva dopo tre anni e mezzo dal lancio a Roma, Car2Go introduce una flotta totalmente rinnovata e composta da 300 Smart Fortwo e 300 Smart Forfour di ultima generazione. I nuovi veicoli sono caratterizzati da una tecnologia telematica ancora più veloce oltre che essere dotati di 4 sportelli e quattro posti… aprendosi così al mercato delle famiglie che vogliono spostarsi in maniera sostenibile.

I nuovi veicoli presentati durante la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile

La nuova flotta capitolina è stata presentata durante il convegno “Rilanciare l’economia di Roma attraverso la mobilità sostenibile” organizzato da Roma Capitale nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile.

nuova flotta di Car2Go

Roma crede nel Car Sharing

Il Presidente della Commissione Capitolina Permanente Mobilità, Enrico Stefàno, commenta così l’arrivo dei nuovi veicoli: Ridurre il numero delle automobili private circolanti è il nostro principale obiettivo di governo. Il car sharing è sicuramente un’alternativa importante in cui crediamo, e l’arrivo della nuova flotta di car2go è una preziosa opportunità per la nostra città che si muove nella direzione della riduzione della congestione.

Roma caput car sharing

“Siamo orgogliosi di aver raggiunto il fantastico traguardo dei 150.000 clienti car2go a Roma”, spiega Horacio Reartes, Location Manager car2go Roma. “Vogliamo dunque ringraziare i nostri utenti portando nelle Capitale una flotta nuovadi car2go, che incontra ancora di più le loro esigenze. Inoltre, con l’arrivo ad ottobre delle 300 smart forfour a quattro posti offriremo una maggiore flessibilità anche alle famiglie che potranno, ad esempio, raggiungere l’Aeroporto di Fiumicino e partire per lo loro vacanze. L’operazione di rinnovo del parco auto car2go è già in corso ed entro la fine del 2017 la flotta di Roma, così come l’intera flotta italiana, sarà per metà composta da veicoli a quattro posti”.

nuova flotta di Car2Go

Noi di green.it abbiamo poi avvicinato Horacio Reartes per chiedergli anche altro. C’è una zona di Roma, il Decimo Municipio, ovvero il mare di Roma, che è da tempo al centro di note vicende giudiziarie. In questa area si registra un rapporto tra popolazione e territorio è uguale, se non superiore, a quello di città come Bologna e Firenze.

C’è praticamente una medio grande città italiana dentro a una città come Roma. In un luogo così importante per i turisti ma anche per la cittadinanza potrà mai arrivare il servizio?

Sì, c’è una possibilità. In passato abbiamo presentato un progetto per fare un test in estate, perché c’è più movimento e si riescono a studiare meglio i flussi necessari per studiare il traffico. In quel periodo però eravamo obbligati a contenere l’attività dentro il Grande Raccordo Anulare e Ostia purtroppo, pur essendo Roma è al di fuori del raccordo. Ora però è cambiato qualcosa e vogliamo ritentare. Questo è un progetto ben fissato nelle nostre menti. Ci sono degli spazi urbani dove vorremo arrivare. Dobbiamo fare degli studi.

Magari per la prossima estate Ostia vedrà girare le car2go?

Non posso dire nulla con certezza ma ci proveremo perché è qualcosa che vogliamo fare da tempo.

Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy