Solar Powered Aquarius USV
Solare

Aquarius: il drone a energia solare

Monitorare lo stato di salute dei mari usando solo l’energia solare e l’acqua: ecco Aquarius, il drone giapponese hi-tech

LA SENTINELLA DEGLI OCEANI. Come tenere sotto controllo la salute degli oceani in modo sicuro ed ecologico? A risolvere questo problema ci ha pensato l’azienda nipponica Eco Marine Power (EMP) progettando il primo drone marino autosufficiente, in grado di muoversi nei mari con la sola forza dell’energia solare e senza l’ausilio di alcun pilota. Aquarius, questo è il suo nome, è dotato di un sofisticato sistema di sensori collegati a un computer di bordo. La sua forza sta però nei pannelli fotovoltaici flessibili e resistenti alla salsedine che ricoprono quasi completamente la superficie, convogliando l’elettricità prodotta in un pacco di batterie agli ioni di litio. Il catamarano è inoltre dotato di un apposito allaccio rapido plugin che gli permette di essere ricaricato anche via nave o terra.

COME STA IL MARE? Il drone acquatico è stato progettato con l’obiettivo di monitorare lo stato d’inquinamento dei porti e di effettuare indagini oceanografiche, sorvegliando a 360° lo stato del mare sia sopra che sotto la linea di galleggiamento. I dati che Aquarius rileverà saranno memorizzati sulla centralina di bordo o inviati direttamente a terra. Il drone potrà essere pilotato da una grandissima distanza e raggiunge una velocità di crociera di 6 nodi, grazie al mix di composti leggeri e alluminio con cui è stato costruito. Al momento i test in acqua non sono ancora stati effettuati e la realizzazione del primo prototipo completamente funzionante è prevista per il 2015.