CityLight Street Lamp
Urbanistica

CityLight Street Lamp: basta fare fitness per illuminare la città

CityLight Street Lamp è il primo lampione collegato ad attrezzature per il fitness che sfrutta l’energia cinetica per illuminare strade e parchi urbani

Se invece di allenarci in palestra lo facessimo all’aria aperta e producessimo energia pulita per illuminare la nostra città? È questa l’idea semplice ed efficace di CityLight Street Lamp, ribattezzato ‘Energyme’, il primo lampione collegato alle attrezzature per il fitness che si illumina attraverso l’energia cinetica.

Sfruttare l’energia cinetica per illuminare la città

Il progetto, firmato dallo studio di design statunitense Dido Studio, è un sistema di illuminazione urbana ibrido che integra due fonti energetiche: quella elettrica tradizionale e quella cinetica, ovvero prodotta dal movimento umano. Pensati per essere installati in vari punti della città i lampioni intelligenti, sono collegati a dei macchinari per fare ginnastica in grado di accumulare energia che verrà memorizzata all’interno del meccanismo di fissaggio e in seguito convertita in energia elettrica che andrà a illuminare strade e parchi pubblici.

Un monitor che segnala la percentuale del nostro contributo

Un dispositivo indica se la lampada a led è in carica e in quale percentuale, di modo da incoraggiare le persone a fare qualche esercizio in più. Un monitor segnala inoltre le calorie bruciate nel corso della sessione di fitness e il contributo, in termine di percentuale, che è stato dato all’illuminazione pubblica a zero impatto ambientale.

CITY LIGHT STREET LAMP_monitor

Promuovere la partecipazione dei cittadini per una città più sostenibile

L’obiettivo di CityLight Street Lamp, un prodotto anche esteticamente piacevole grazie a un design moderno e hi-tech, è chiaramente duplice: da un lato quello di incentivare uno stile di vita più sano e dall’altro quello di favorire una maggiore consapevolezza sui temi energetici e sull’importanza della sostenibilità, stimolando al tempo stesso una partecipazione attiva della popolazione al benessere della propria città.