Una battaglia quotidiana contro la dipendenza da cibo spazzatura

Più fanno male e più ne mangeremmo: alimenti ipercalorici imbottiti di zuccheri, straripanti grassi e pompati di conservanti. Il junk food rappresenta una vera e propria tentazione dura da sconfiggere, poiché colpisce allo stomaco nei momenti di debolezza. Patatine fritte, snack confezionati, bibite gassate, pizzette e stuzzichini vari, tutti lì a fissarci durante l’intero arco della giornata, dal distributore automatico dell’ufficio fino ai banconi degli aperitivi.

Maledetta dopamina

Ma l’irrefrenabile tentazione rappresentata dal cibo spazzatura non è certo casuale. Gli ingredienti con cui sono realizzate alcune bevande e certi snack sono infatti magistralmente miscelati per creare nel consumatore la massima risposta di piacere, favorendo un notevole di rilascio di dopamina. E quest’ultima altro non è che il neurotrasmettitore da cui dipendono le sensazioni di appagamento: insomma, grazie a questo circolo vizioso, il junk food tende a creare una sorta di dipendenza. Ma qui non è più lo stomaco a comandare. Quella che sentiamo non è fame, è solo e unicamente golosità, ovvero la richiesta di ulteriore dopamina. A comandare questo stimolo verso il junk food è dunque la nostra mente, assuefatta ai cibi grassi e malsani. Va da sé che per combattere queste tentazioni bisogna lavorare proprio sulla nostra testa: ecco alcuni trucchi per dire di no al cibo spazzatura:

  1. Soddisfazione: se la voglia di junk food ci assale, cerchiamo di trovare la soddisfazione altrove. Frutta, verdura e cereali possono fare al caso nostro; una volta capito che è possibile trovare una soddisfazione almeno uguale attraverso un’alimentazione sana, il nostro percorso sarà tutto in discesa
  2. Indossiamo il grembiule: il miglior antidoto contro il cibo spazzatura è costituito dalla nostra stessa cucina. Avremo più soddisfazione e più cognizione di quello che mangiamo
  3. Lista della spesa: mai recarsi al supermercato senza una dettagliata lista della spesa, rigorosamente scevra da alimenti grassi o troppo zuccherati. Una volta entrati nel supermercato, indossiamo una paraocchi mentale, cercando di non acquistare nemmeno un singolo alimento che non sia contenuto nella nostra lista
  4. Il menu settimanale: ancor prima di fare la lista della spesa, proviamo a stendere un salutare menu settimanale, programmando 7 pranzi e 7 cene. In questo modo il nostro frigo non sarà mai colto impreparato, e non cadremo vittime di tentazioni junk
  5. Spesa a stomaco pieno: per non cadere in tentazione, sfamiamoci prima di fare la spesa. Ma non con un cibo qualsiasi: se mangiamo della frutta, saremmo maggiormente propensi a effettuare acquisti sani
  6. Buona lettura: impariamo a leggere attentamente le etichette dei prodotti sugli scaffali. Potremmo scoprire che proprio nei barattoli che compriamo sempre si celano ingredienti che mai e poi mai vorremmo tenere in dispensa
  7. Santifica i pasti: ricordiamoci di prendere del tempo per ogni singolo pasto, da consumare comodamente seduti. Evitiamo invece di mangiare in piedi o di corsa, atteggiamenti che ci faranno ricadere rovinosamente nel vortice del cibo spazzatura
  8. Conosci il tuo nemico: la migliore arma contro il junk food è conoscerne le conseguenze sulla nostra salute.
(Visited 990 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy