L'Environment Park di Torino
Italia

Environment Park: il parco scientifico di Torino

È uno dei poli di ricerca più attivi in Italia nell’ambito dell’innovazione green e ospita 70 aziende hi-tech

UNA SILICON VALLEY ITALIANA. È stato inaugurato nel 2000 il parco scientifico e tecnologico Environment Park di Torino, e da poco è stato illustrato il nuovo piano industriale che prevede il consolidamento delle attività nel campo della ricerca scientifica applicata anche all’ambiente. Le principali aree di ricerca, infatti, riguardano l’edilizia “green”, le nanotecnologie al plasma, le biomasse e i sistemi di produzione e stoccaggio dell’energia, tanto che Environment Park è stato definito la Silicon Valley italiana. L’Spa gestisce 30mila mq in cui risiedono 70 aziende, tutte orientate alla ricerca tecnologica nel campo della sostenibilità. Un progetto sul quale sta puntando anche la Regione Piemonte, con un investimento di 25 milioni di euro.

USCIRE DALL’IMPASSE. Davide Canavesio, l’amministratore delegato di Environment Park ha dichiarato in occasione della presentazione del piano triennale 2015-17: «è importante uscire fuori dai confini della nostra struttura e coinvolgere fin da subito nei progetti i partner industriali. È alle piccole e medie imprese che ci rivolgeremo per sviluppare sempre di più sperimentazioni che rispondano ai reali bisogni del tessuto produttivo. Lo scopo del parco dovrà essere, infatti, quello di moltiplicare sul territorio ogni euro che ci arriva da Bruxelles». Una dichiarazione d’intenti che mira soprattutto a far superare la situazione d’impasse che il parco ha vissuto negli ultimi cinque anni.