Italia

Legambiente e il premio sterminata Bellezza

È arrivato alla sua seconda edizione il premio “Sterminata bellezza”, promosso da Legambiente per dare un riconoscimento a chi ha saputo valorizzare le bellezze dell’Italia

Legambiete promuove la bellezza

Il premio “Sterminata bellezza” è un concorso ideato da Legambiente in collaborazione con Comieco, Symbola e Consiglio nazionale degli architetti, per valorizzare quelle azioni concrete che contribuiscono a preservare e valorizzare la bellezza dell’Italia. L’evento si è articolato in due sessioni: la prima “Generatori di Sterminata Bellezza”, pensata per premiare quei processi territoriali già esistenti, e la seconda “Promotori di Sterminata Bellezza” pensata per premiare chi propone idee originali e innovative per affrontare i problemi legati al territorio creando nuova bellezza. Ogni sessione è suddivisa in tre ambiti: gesti, luoghi e oggetti. Secondo Vittorio Cogliati Dezza, Presidente nazionale di Legambiente «Le tante idee e le esperienze vincitrici ci mostrano la parte più bella dell’Italia: quella che fa ben sperare, che si sforza di non perdere il senso di appartenenza e che ama difendere, creare e valorizzare la sua grande bellezza, orgoglio e simbolo di un Paese tra più amati e visitati al mondo. Siamo convinti che la bellezza rappresenti una chiave importante sulla quale puntare per uscire dalla crisi economica non solo promuovendo e valorizzando la bellezza già esistente, ma soprattutto creandone della nuova coniugando innovazione e occupazione, economia e solidarietà, qualità della vita e dell’ambiente. Oggi più che mai, si deve guardare in questa direzione per innescare nei territori processi di trasformazione che puntino a rendere più belle, moderne e vivibili le città italiane, a migliorare la qualità della convivenza, del benessere individuale e collettivo e anche a muovere creatività, vitalità e diversità guardando così al futuro».

I vincitori

Per la sessione “Generatori di Sterminata Bellezza” il primo premio è andato al Consorzio Legno Veneto per “Una scuola con le radici”, poiché ha realizzato un edificio secondo i criteri della sostenibilità, della tracciabilità e del risparmio energetico, utilizzando un materiale tradizionale come il legno e innovative modalità costruttive a basse emissioni. Il primo premio “Promotori di Sterminata Bellezza” va invece al Comune di Caiazzo (Ce) per la campagna “Duorm Carmè!”, ideata per promuovere la raccolta differenziata. I cittadini che non differenziavano correttamente le immondizie venivano svegliati ogni giorno alle quattro del mattino dagli operatori ecologici che e poi spiegano loro come farla in modo corretto. Il premio “bellezza dei luoghi” è andato al Comune di Milano per la demolizione dell’ecomostro Monluè e per la riqualificazione paesaggistica e ambientale grazie ad un processo di progettazione che ha restituito all’area un valore naturalistico, sottraendola al degrado. Il “premio speciale bellezza” se l’è aggiudicato all’associazione Vo.di.Sca (Voci di Scampia) per “Fattorie Vodisca”, un’area di 5 ettari destinata a bambini con disabilità.