IL MUSEO DEGLI HAMBURGER. Recentemente i media hanno dato molto risalto al fatto che i panini di McDonald’s non vengono attaccati né da muffe né da altri agenti atmosferici che normalmente fanno marcire il cibo. Non si tratta di una scoperta dell’ultima ora: già nel 2007 era apparso un video su Youtube intitolato Bionic Burger in cui si vede un ragazzo che colleziona hamburger McDonald’s dal 1989. Dopo quasi due decenni i panini non si sono ancora decomposti. Ma perché pane, carne e patatine non marciscono? Per quanto riguarda la carne, il motivo è da ricercarsi nell’elevato contenuto di sodio. Il sale è stato da sempre usato dall’uomo come conservante naturale. Inoltre gli hamburger del McDonalds non solo sono pieni di questo minerale, che porta malattie come l’alta pressione e il diabete (a proposito, vuoi sapere quali sono i 10 cibi che aiutano ad abbassare la pressione?), ma anche di agenti chimici usati per la conservazione.

COSA C’È NEL PANE? Non è però solo la carne a non deperire, ma anche il pane. Sul sito americano di McDonald’s sono elencati tutti gli ingredienti, alcuni davvero inquietanti, con cui è prodotto questo “alimento”: farina arricchita (farina di grano sbiancata, farina di frumento maltata, niacina, ferro ridotto, tiamina mononitrato, riboflavina, acido folico, enzimi), acqua, sciroppo di alto fruttosio (HFCS), zucchero, lievito, olio di soia e/o olio di soia parzialmente idrogenato, contiene il 2% o meno di: sale, solfato di calcio, carbonato di calcio, glutine di grano, solfato di ammonio, cloruro di ammonio, agenti ammorbidenti per la pasta (lattato steaorile di sodio, estere diacetiltartarico di mono- e digliceridi degli acidi grassi, acido ascorbico, azodicarbonamide, mono- e digliceridi, monocalcio fosfato, enzimi, gomma di guar, perossido di calcio, farina di soia), propionato di calcio e propionato di sodio (conservanti), lecitina di soia. Alcuni di questi elementi come l’HFCS favoriscono l’insorgere di diabete, mentre l’olio di soia parzialmente idrogenato causa malattie cardiache.

Ecco il video che racconta del curioso esperimento sulla conservazione pluridecennale di alcuni hamburger McDonald’s.

(Visited 753 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy