Cultura

Regalo solidale per Natale?

Consigli e informazioni utili per mettere sotto l’albero un regalo che faccia del bene

Lo spirito del Natale ha ormai il volto della réclame di profumi. Dopo le luminarie che spuntano all’improvviso a fine novembre, è l’intensificarsi degli spot sui profumi che ci avverte che il natale è alle porte. L’ansia da “cosa metto sotto l’albero?” per molti è sinonimo di euforia per altri… è solo ansia. E se quest’anno invece metteste sotto l’albero un bel regalo solidale? Secondo un’analisi della Coldiretti le famiglie italiane spenderanno in media 230 euro per i regali natalizi. Vi proponiamo allora una lista di “regali solidali” che danno sostegno ad organizzazioni ambientaliste, animaliste e umanitarie.

Con un regalo solidale puoi ostenere organizzazioni umanitarie

È possibile ad esempio contribuire all’operato di Medici senza Frontiere che fornisce assistenza medica alle popolazioni colpite da conflitti, epidemie, catastrofi naturali o escluse dall’assistenza sanitaria. Con una spesa forse anche inferiore a quella di un regalo qualunque, si possono comprare quattro kit per effettuare 100 medicazioni di base in emergenza per un anno, oppure alimenti terapeutici pronti all’uso per curare 4 bambini malnutriti, o ancora strumenti e materiali per far partorire in modo sicuro 11 donne incinte.
Nel 2015 grazie a 90 mila donatori regolari l’organizzazione ha raccolto 15,3 milioni di euro, la maggior parte destinati all’assistenza medica in 69 Paesi di tutto il mondo. Se volete saperne ancora di più su come MSF destina i proventi derivanti dalla raccolta fondi e dalle donazioni trovate qui tutti le informazioni necessarie.

…ambientaliste

Di proposte per un regalo solidale è pieno anche il sito di  Greenpeace. Con la campagna “Natale per il pianeta”, infatti, si può contribuire a diverse azioni messe in campo dall’organizzazione ambientalista per antonomasia. Dalla campagna contro il mondo dell’industria tessile che rilascia sostanze chimiche nelle risorse idriche con effetti negativi sulla salute umana e sull’ambiente; alla richiesta della creazione di un’area protetta a salvaguardia dell’Artico minacciato dalle trivellazioni petrolifere, dalla pesca industriale, dai cambiamenti climatici; alla promozione dell’uso di fonti rinnovabili, facendo pressione sui governi affinché vengano adottate misure che possano garantire energia pulita e una crescita sostenibile; alla campagna per spezzare il legame tra olio di palma e la deforestazione, l’accaparramento delle terre, la negazione dei diritti umani, facendo pressione sui grandi marchi affinché interrompano gli accordi con aziende legate alla deforestazione; alla tutela delle api e della biodiversità minacciate dai pesticidi killer e dall’agricoltura industriale e intensiva; infine alle azioni di contrasto alle pratiche della pesca distruttiva in difesa degli oceani e della loro fauna, chiedendo la creazione di una rete di riserve marine protette, denunciando chi cattura o vende pesce in modo illegale, sensibilizzando le persone sul consumo responsabile del pesce e monitorando la salute degli oceani.

Rimanendo nell’ambito delle cause ambientaliste, un’altra idea che vi suggeriamo per un regalo solidale  è quella di sostenere la Fiab, Federazione Italiana Amici della Bicicletta, che promuove la mobilità sostenibile. Fiab si batte per città più ciclabili, per la sicurezza stradale e per la riduzione dell’inquinamento urbano e anche per un’apertura culturale quotidiana verso l’uso della bicicletta. L’Onlus porta avanti questi obiettivi facendo lobbying nei confronti dei pubblici poteri per ottenere interventi e provvedimenti concreti, organizzando manifestazioni di ciclisti e numerose attività ciclo-escursionistiche, presentando proprie proposte e progetti, si adopera inoltre per la pubblicazione di guide e percorsi, per la realizzazione di ciclo-itinerari e ha creato la Rete Ciclabile Nazionale denominata Bicitalia. Per contribuire a queste iniziative trovate qui maggiori dettagli.

…oppure animaliste

Un regalo solidale a difesa degli animali può essere fare una donazione all’Enpa, l’Ente Nazionale Protezione Animali, la più antica associazione protezionistica d’Italia. L’ente gestisce numerose strutture di ricovero per sottrarre gli animali al rischio di maltrattamenti, promuovendone l’affidamento a privati oppure curando il recupero degli stessi sotto il profilo medico o psicologico. È possibile contribuire liberamente attraverso una donazione generica che verrà utilizzata per le attività dell’ente oppure scegliere di contribuire per la realizzazione di un progetto specifico visionali.

A sostegno del commercio solidale

E infine, in questa lista di consigli per regali solidali c’è anche spazio per sostenere un’economia più equa, in rispetto dell’ambiente e dei lavoratori donando a Pangea-Niente Troppo, cooperativa sociale di Roma nata per diffondere il Commercio Equo e Solidale, la finanza etica e il turismo responsabile come strumenti di cooperazione e di tutela dei diritti umani. Pangea-Niente Troppo fa anche parte di  Altromercato ed è iscritta al Registro AGICES – Equogarantito.

Le possibilità per fare regali solidali  sono sicuramente infinite e non si esauriscono qui. A voi la scelta… basta un click!