UN PARADISO TRA CIBO E NATURA. 620 kmq di area protetta tra montagne, boschi e villaggi: questo è il Parco Naturale Adamello Brenta, che si sviluppa tra la Valle di Non e la Val del Sole in Trentino. Un paesaggio tra le Dolomiti, rimasto nei secoli quasi inalterato, che fa del turismo sostenibile la sua principale risorsa. I visitatori, infatti, possono fare passeggiate guidate nei pascoli, cenare nelle malghe con prodotti tipici locali o assistere alla mungitura, scoprendo gli antichi metodi che permettono di ottenere il formaggio. Tutte le strutture del parco sono inoltre state costruite rispettando i criteri di risparmio idrico ed energetico, con un utilizzo mirato delle risorse.

UN EQUILIBRIO PERFETTO. A dettare le linee guida che hanno permesso di preservare questo paradiso è stata la WTO (Organizzazione Mondiale del Turismo), secondo cui «lo sviluppo del turismo sostenibile soddisfa i bisogni dei turisti e delle regioni ospitanti e, allo stesso tempo, protegge e migliora le opportunità per il futuro». Un’impostazione di questo tipo porta all’integrazione di ogni risorsa disponibile, in modo che tutte le necessità, siano queste di tipo economico, sociale o estetico, siano soddisfatte mantenendo però integra la cultura locale e salvaguardando la flora e la fauna di ogni regione.

(Visited 538 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy