Una tavola imbandita per il Törggelen. Foto: www.tech-cycling.it
Viaggi

Vacanze sostenibili in autunno: la magia del Torggelen

Tra vino, castagne, cucina tipica ed escursioni l’Alto Adige è la meta perfetta per le vacanze autunnali

VACANZE IN AUTUNNO. L’estate è finita, e le giornate in riva al mare cominciano ad essere solo un lontano e sfocato ricordo. Non è però detto che con l’avvento dell’autunno il concetto di vacanza debba per forza essere cancellato dalla nostra mente, tutt’altro. Se infatti è vero che in ottobre e novembre una vacanza al mare per noi italiani rischia di tramutarsi in un viaggio tutt’altro che ecosostenibile, è anche vero che il nostro territorio offre tutta una serie di paesaggi autunnali, climi festosi e avventure che difficilmente ci faranno rimpiangere i ben più commerciali paradisi esotici. Per chi intendesse staccare la spina per qualche giorno di relax e divertimento durante l’incombente autunno, un consiglio su tutti è quello di guardare all’incantevole Alto Adige, che proprio in questi mesi dà il meglio di sé attraverso i tradizionali festeggiamenti del Torggelen.

LA TRADIZIONE DEL TORGGELEN. Ma che cosa è il Torggelen? Senza ombra di dubbio questo termine designa il momento più magico dell’anno altoatesino: a partire dagli ultimi giorni di settembre fino a tutto novembre i contadini aprono i propri masi e le proprie cantine per festeggiare insieme ai turisti e agli escursionisti la pigiatura del vino. Ma la tradizione del Torgellen non si ferma alla pura degustazione del vino buono: nei masi, nelle stubi e nelle osterie altoatesine si potranno assaggiare tutti i prodotti tipici dell’autunno sudtirolese, dalle castagne arrostite ai canederli, dai succhi fatti in casa allo speck, fino ad un bel piatto di salsicce e crauti. Il Torggelen si configura così come un vero e proprio evento enogastronomico di lunga durata, che riporta in vita anno dopo anno una tradizione che perde le sue origini nelle più antiche usanze contadine. Tutto nacque, si pensa, quando alcuni contadini dell’Alto Adige pensarono di assaggiare il proprio vino novello non più nelle cantine, anfratti pieni di aria malsana e di muffa, ma nelle ben più accoglienti e calde stubi, invitando magari qualche vicino. Da qui, il passo per trasformare il rito individuale dell’assaggio del proprio vino in una vera e propria festa fu relativamente breve.

DA SETTEMBRE A NOVEMBRE. Il Torggelen, dal punto di vista del turista, è quindi un’ottima occasione per visitare le fantastiche valli dell’Alto Adige, alternando passeggiate nei particolari centri storici a escursioni sulle montagne dagli intensi colori autunnali, per poi concludere le giornate intorno ad un falò arrostendo castagne e assaggiando i tesori culinari di questo originalissimo territorio. L’inizio vero e proprio del Torgellen, quasi ovunque nella provincia di Bolzano, è fissato per sabato 26 settembre, con il rito dell’accensione dei falò delle castagne in tantissimi masi. I festeggiamenti finiranno invece il giorno di Santa Caterina, che proverbialmente, con l’arrivo dell’Avvento, «termina il ballo», il 26 novembre. Insomma, le occasioni per mangiare bene, conoscere il cuore dell’Alto Adige e passare in compagna una vacanza sostenibile sono molte: per avere più informazioni, il Torggelen ha una pagina ufficiale, con tutti i masi aderenti e la possibilità di prenotazione.