Un geyser islandese (foto: tenereviaggi.com)
Viaggi

Viaggi sostenibili in Islanda, dove la natura regna sovrana

Idee, mete e consigli per una vacanza della magnifica isola del Nord Europa

TRA GHIACCIAI E GEYSER. Se cerchiamo un viaggio all’insegna della natura, dell’avventura e delle emozioni forti l’Islanda fa al caso nostro. I suoi ghiacciai, i geyser, i fanghi bollenti, i parchi naturali, i piccoli villaggi persi nel verde, i deserti di ossidiana, le altissime cascate, i torrenti e le grotte di ghiaccio ne fanno una meta da sogno. In Islanda la natura regna sovrana: basti pensare che in questo esteso territorio abitano solamente 321 mila abitanti, con una densità media demografica tra le più basse del pianeta.

L’ISLANDA E IL NOSTRO PORTAFOGLIO. Un viaggio in Islanda non sarà mai definibile in tutto e per tutto low cost. Ma in questi anni, in seguito ad un decennio di crisi finanziaria, i costi sono leggermente diminuiti. Se il budget a nostra disposizione è particolarmente esiguo e la nostra voglia di avventura è invece alta, c’è da precisare che in Islanda si può campeggiare praticamente ovunque: insomma, all’infuori della capitale Reykjavik, non esiste altro che posto per la nostra tenda.

QUANDO ANDARE IN ISLANDA? Il periodo migliore per avventurarsi in un viaggio in Islanda è indubbiamente quello compreso tra maggio e la fine di settembre, ovvero quando le nevi si sciolgono e permettono così di organizzare una vasta gamma di attività all’aperto. Nonostante ciò, anche il periodo invernale ha i suoi buoni motivi di preferenza, legati soprattutto alla possibilità di vedere l’aurora boreale. L’abbigliamento, se non si si vuole ridurre la propria avventura ad una sterile visita di Reykjavik, deve necessariamente comprendere scarponi resistenti, indumenti di lana e calze pesanti. In tenda, poi, un robusto sacco a pelo termico è di rigore.

TURISMO RESPONSABILE. L’Islanda è uno dei paesi in cui il turismo sostenibile trova la sua espressione perfetta. Se si cercano delle vacanze attive si può scegliere tra trekking sul ghiaccio o più tranquille escursioni a bassa quota, ma anche sci di fondo, kayak e rafting. Per il riposo, invece, il calore geotermico tipico del paese garantisce una lunga serie di piscine termali del tutto naturali, in cui passare intere giornate all’insegna del relax e in pace con l’ambiente. Se si vogliono delle vacanze veramente green, poi, si può considerare di spostarsi nelle aree più remote con i cavalli, messi a disposizione dal molte fattorie per vere e proprie spedizioni negli angoli più selvaggi dell’isola. E se contemplare i paesaggi mozzafiato non ci basta, le scogliere islandesi si prestano magnificamente al birdwatching.

I LUOGHI DA NON PERDERE IN ISLANDA. Le attrazioni di questa stupenda isola sono veramente infinite. Ci sono però alcuni scorci naturali che non si possono assolutamente perdere, e che quindi sono caldamente consigliate. In primo luogo, ovviamente, ci sono i geyser, con i loro getti di acqua calda alti fino a venti metri. Da non lasciarsi scappare, poi, c’è la laguna glaciale di Jökulsárlón, con i suoi magnifici iceberg galleggianti. Altro paesaggio da cartolina è quello della cascata di Gullfoss, che con il suo doppio salto di oltre 30 metri illumina un paesaggio primordiale e inimitabile, forse più bello di quello della ben più alta cascata islandese di Seljalandsfoss, che raggiunge i 60 metri di caduta. Altro punto di forza dell’Islanda sono i suoi parchi naturali: il più grande e famoso è quello di Skaftafell, dove ghiacciai, pianure pietrose e cascate possono regalare delle escursioni da favola.