Rosetta, la zattera 2.0

Dopo tanti mesi di preparazione finalmente è tutto pronto: il 5 agosto salperà la zattera di bottiglie di plastica costruita da Salvatore Condarcuri e Serena Tozzi. L’obbiettivo di Salvatore e Serena è quello di percorrere 20 Km in mare dalle spiagge di Locri fino a quelle di Gioiosa Marina per sensibilizzare la popolazione locale e le amministrazioni sull’importanza di preservare l’ambiente naturale dall’inquinamento.

Le coste calabre che si affacciano sul mar Ionio soffrono infatti spesso per la cattiva gestione del sistema di smaltimento dei rifiuti, che, unita all’inciviltà di alcuni, trasforma spiagge e litorali in piccole discariche di rifiuti abbandonati. La plastica, in particolare, è il rifiuto più pervicace e pericoloso, perché impiega decine di anni a decomporsi e, quando lo fa, rischia di venire ingerito dalle specie che popolano il mare, arrivando quindi attraverso la catena alimentare fin sulle nostre tavole.

Proprio la plastica è quindi al centro dell’interesse di Serena e Salvatore che, aiutati da alcuni amici, hanno raccolto una grossa quantità di bottiglie, utilizzandole poi per assemblare una zattera. A bordo di quest’imbarcazione percorreranno circa 20 Km, un percorso tutto sommato breve, che porta però con sé un enorme significato simbolico. Nei mesi che hanno preceduto l’impresa, Salvatore e Serena hanno partecipato a numerosi incontri di sensibilizzazione sul tema del corretto smaltimento dei rifiuti, sia in Calabria, loro terra natale, sia a Milano, città dove studiano.

Significativo è anche l’appoggio delle amministrazioni di Locri, Siderno e Gioiosa Marina, i 3 comuni che zattera 2.0 Rosetta attraverserà. Concedendo il proprio patrocinio al progetto, le amministrazioni hanno dimostrato di voler fare la propria parte per rendere i propri territori un posto ancora più bello, sia per i turisti che per i cittadini calabresi.

A sostenere l’impresa è anche una fitta rete di associazioni, a dimostrazione di come l’inquinamento ambientale sia un problema socialmente molto rilevante: l’associazione MareVivo, la Gianluca Congiusta Onlus, la Proloco di Gioiosa Marina, Radio Gioiosa Marina,  l’Associazione Nazionale di Salvamento della Locride, la Capitaneria di Porto, l’Associazione Nazionale per la Comunicazione Ambientale e l’Associazione Lega Navale.

Per documentare l’evento sarà realizzato un filmato che Salvatore e Serena porteranno poi nelle scuole per sensibilizzare i più giovani sul tema della tutela ambientale.

L’appuntamento con zattera 2.0 Rosetta è dunque per la mattina del 5 agosto, a partire dalle 8.30, sul lato nord del lungomare di Locri. Nel frattempo è possibile sostenere l’iniziativa di Serena e Salvatore con una donazione su GoFundMe.

Condividi l'articolo
La discussione è regolata dalle seguenti Policy