L'aurora boreale (foto: www.guidadiviaggio.it)
Viaggi

Aurora boreale: cos’è e da dove si vede meglio

Le spiegazioni mitiche, quelle scientifiche e i posti migliori da cui osservarla

L’AURORA BOREALE. Qualche giorno fa abbiamo parlato di vacanze sostenibili in quel paradiso terrestre che è l’Islanda, uno dei posti migliori in cui ammirare, tra le altre cose, l’aurora boreale. Ma in cosa consiste di fatto questo incredibile fenomeno, e quali sono i luoghi del pianeta dai quali si può osservarlo meglio? Cerchiamo di fare un po’ di luce su questo magnifico spettacolo luminoso.

GLI SCUDI DELLE VALCHIRIE. Un tempo le popolazioni nordiche pensavano che l’aurora boreale fosse il movimento danzante degli spiriti nel cielo. Altre popolazioni, invece, appoggiandosi ai miti e alle leggende delle loro culture, vedevano in quelle scie luminose i riflessi degli scudi delle valchirie, mitologiche guerriere in sella a cavalli volanti ed al servizio di Odino. L’interpretazione più fiabesca, invece, affermava che l’aurora boreale fosse il frutto dello sfioramento della coda di una volpe con dei cumuli di neve, i quali avrebbero poi creato quelle magnifiche scie di luce.

PARTICELLE SOLARI E GAS ATMOSFERICI. Miti e leggende a parte, la scienza moderna ci spiega che l’aurora boreale nasce dal contatto tra venti solari e atmosfera terrestre, un’interazione che avviene a circa cento chilometri dalla superficie terrestre. Concretamente, è tutto da ricondurre all’azione del campo magnetico terrestre, il quale reindirizza la carica di elettroni solari verso la magnetosfera posta sopra i poli magnetici, ovvero al Polo Nord e al polo Sud. Si capisce dunque il motivo per il quale le aurore polari siano di fatto visibili solo in vicinanza dei circoli artici.

I LUOGHI MIGLIORI PER L’AURORA BOREALE. In alcuni punti del pianeta l’aurora boreale è visibile tutto l’anno, ma il periodo migliore resta comunque quello compreso tra novembre e marzo. I migliori luoghi dal quale vedere l’aurora boreale sono l’Alaska, l’arcipelago danese delle Isole Faroe, l’estremo nord della Scozia, la Groenlandia, l’Islanda, la Finlandia e la Svezia. Insomma, le opportunità per vedere l’aurora boreale sono veramente tante: almeno una volta nella vita, vanno assolutamente colte.